Il labirinto dei Sogni

Stamattina il risveglio ha portato con sé una sensazione cupa, come quando una persona amata ti ferisce e non sai come reagire. Apparentemente era tutto come sempre, il lenzuolo attorcigliato intorno ad una gamba. I capelli arruffati, come a ricordarmi che un sonno profondo non è sempre sinonimo di sonno tranquillo. Tutti i muscoli del corpo pretendono movimento e si irrigidiscono, ma nel rilassarsi nuovamente donano una sensazione di riposato benessere. Il vuoto di stomaco, che avverto prima ancora di rinvenire dallo stato di semi incoscienza, mi riporta alla realtà. Mi ricorda che ho vissuto ore della mia vita. Mi capita troppo poco di ricordare le avventure della mente durante il sonno, non ho questa fortuna. Eppure sarebbe così bello poter conoscere lo stato più puro del nostro essere, quando non abbiamo obblighi, non dobbiamo rispettare relazioni sentimentali e ricoprire un ruolo. Ma non ho questo privilegio.


Sono invidiosa. Ecco cosa ha lasciato nel mio cuore la recente notte trascorsa chissà dove. Il mio corpo in un letto e la mia mente in una dimensione sconosciuta, irraggiungibile e nascosta dentro di me. Alla quale non mi è consentito accedere.


Provo invidia, il sentimento di chi non può avere, sentire, vivere. Anche se si tratta di una vita parallela, dovremmo avere tutti il privilegio di avere due vite; una con le persone che la realtà ci presenta, l’altra con anime create da noi in un viaggio tutto da scoprire.


Possiamo accontentarci di sognare a mente sveglia, fantasticare che le cose fossero migliori o semplicemente diverse. Ma non potremmo vivere con lo stesso entusiasmo le avventure che trovano luogo nel labirinto della mente. I sogni sono come labirinti così spaventosi ma tanto eccitanti, dove in quelle ore che scorrono veloci, ci perdiamo e ritroviamo. Facciamo incontri meravigliosi o restiamo nella solitudine più assoluta, vivendo una vita un po’ più completa. Ci troviamo in posti che conosciamo da sempre, che rivelano dettagli sconosciuti e allo stesso tempo comunicano familiarità.


Non mi resta che vivere unicamente la mia realtà.

(Visited 95 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *